Oggi sono tante le persone che ospitano un animale domestico e sono tante altre le persone che ne vorrebbero uno, ma quale scegliere? Bisogna tener conto di tanti fattori: dello spazio, dell’arredamento, del tempo libero che si ha, degli abitanti della casa (se sono anziani o bambini). Di ogni cosa ci sono lati positivi e negativi e vanno ponderati bene. Considerando la larga scelta di animali domestici, gli unici che comportano un minor impegno sono i pesciolini rossi o le tartarughe d’acqua, ma da un animale domestico ci si aspetta anche che si fidi di noi, che ami giocare, che ci dia affetto. L’animale che rispetta questi elementi che ha meno lati negativi è il coniglio nano.

Il coniglietto nano è un animale che richiede cure, ma non è tanto impegnativo quanto un cane o un gatto. Può vivere in una gabbia in cui ci sia abbastanza spazio e a volte gli si può concedere una passeggiata per casa sotto il vostro controllo, per impedire che faccia danni o che si faccia male. Riguardo la pulizia, basta cambiargli la lettiera, l’acqua e il fieno quotidianamente. I coniglietti nani sono animali puliti, si lavano da soli, non bisogna assolutamente fare loro il bagno. Importantissimo è anche il cibo, meglio se vi rifornite da un negozio di animali. Per sapere della salute del vostro coniglietto fate attenzione al suo comportamento e alle sue feci: normalmente sono solide, se non lo sono, significa che c’è qualche problema. Questi animaletti amano giocare ed essere coccolati ed esprimono il loro affetto con delle leccatine. Attenzione, però, il coniglietto nano non è un giocattolo: è adatto ai bambini, ma non va trattato come un peluche, altrimenti diventerà aggressivo. Se decidete di prenderne uno, rispettate tutte le regole che servono per accudirlo e non trattatelo come un oggetto. Questo vale per qualsiasi animale si decida di prendere.

Il mio coniglio nanoIl mio coniglio nano 2
Torna alla home